Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

Martedì, 20 Ottobre 2020
itenfrdees
« October 2020 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  

Grande successo dei concerti di Natale della Roma Youth String Orchestra

Posted On Martedì, 24 Dicembre 2019 10:12

Si chiude in bellezza il 2019 dei giovani musicisti diretti dal Maestro Alberto Vitolo

Hanno suonato in più di sedici concerti in questo operosissimo 2019, i ragazzi della Roma Youth String Orchestra diretti dal Maestro Alberto Vitolo, più del doppio rispetto all’anno precedente e quasi il triplo rispetto alle occasioni di due anni prima. Questo significa che quest’orchestra giovanile da camera d’archi, attiva a Roma e nel resto d’Italia fin dal 2015, è di fatto pronta ad affrontare un percorso da musicisti professionisti, nonostante i suoi musicisti (di cui solo alcuni hanno appena raggiunto la maggiore età) debbano contemporaneamente cimentarsi in interrogazioni e verifiche scolastiche e la frequenza e gli esami in Conservatorio.

Nata per volontà del Maestro Alberto Vitolo quando i suoi componenti muovevano i primi passi nello studio del loro strumento all’interno di scuola medie ad indirizzo musicale, ora che col passare degli anni la loro preparazione progredisce in modo esponenziale grazie all’avanzamento del loro percorso in Conservatori e in scuole di musica equiparate, la Roma Youth String Orchestra può continuare a progettare il proprio futuro in vista di nuovi traguardi.

Nel 2019 i concerti alla Biblioteca Tullio De Mauro di Roma hanno offerto un nuovo modo di proporre attività culturali agli utenti del popolare quartiere di S.Lorenzo, aggiungendo in supporto ai brani musicali proposti una serie di pillole di guida all’ascolto, a cura dell’Associazione che sostiene l’Orchestra (l'Associazione Culturale Insieme Oltre la Musica) che hanno reso gli appuntamenti con la Roma Youth String Orchestra un’occasione di divulgazione culturale, nel portare la musica classica anche in zone in cui lo spazio riservato ad eventi ad essa legati è ancora tutto da inventare.

Per non parlare dei concerti di musica sacra, proposti con scrupolosa attenzione al periodo liturgico più adatto e nei contesti più spettacolari, all'interno di veri e propri capolavori dell'arte come la Chiesa di S.Maria della Vittoria o di S.Andrea delle Fratte: l’esecuzione dello Stabat Mater di Pergolesi nel periodo Pasquale o in concomitanza con la ricorrenza della Madonna Addolorata, o il Magnificat di Vivaldi e il Messiah di Haendel per soli e coro e orchestra in periodo di Avvento, hanno dimostrato che si può innalzare lo spirito con momenti di riflessione e contemplazione tra parola, arte e musica, in un coinvolgimento totale del pubblico, a trecentosessanta gradi.

E a concludere questo magnifico 2019, l'applauditissimo concerto tenuto il 22 dicembre nella magnifica basilica paleocristiana di S.Lorenzo fuori le mura. Una collaborazione con cori e cantanti professionisti che ha prodotto l’esecuzione di oratori come il Messiah o cantate corali come il Magnificat e il Credo di Vivaldi, nel corso di ben quattro appuntamenti, di cui tre consecutivi, che ha aperto nuove prospettive all'attività futura di questi giovani orchestrali.

Nuove frontiere dunque, non solo attraverso la collaborazione con altri musicisti professionisti come i solisti del Coro dell'Accademia di Santa Cecilia, ma anche con intere formazioni corali come gli Psalllite Sapienter, I Filarmonici Romani e il coro di S.Saba all’Aventino. E poi nuove forme di collaborazione, come accaduto dal mese di novembre di quest'operosissimo anno, con la stagione di concerti alla Chiesa Metodista di Roma all'interno della quale i giovani della Roma Youth String Orchestra hanno suonato in collaborazione con l'Associazione Musicale Reggina Domenico Scarlatti, spaziando dalla musica barocca alle romanze di Tosti e alle canzoni napoletane d'autore come in "Malìa", spettacolo sul salotto musicale tra Otto e Novecento.

Si auspica che il futuro possa continuare a riservare spazi e opportunità per dar modo a questi ragazzi di perseverare nel mostrare il loro talento con l'entusiasmo che li contraddistingue.

 

 

 

 

Search

Sezioni